top of page

5 luoghi da visitare a un passo da Roma

Quando pensiamo ai luoghi più belli da visitare nel Lazio, non possiamo non pensare alla Capitale: Roma con le sue bellezze monumentali, la sua storia, la sua tradizionale gastronomia è certamente il centro nevralgico della regione e dell’Italia intera. In realtà basta spostarsi di pochissimi chilometri per scoprire borghi altrettanto antichi e interessanti, alcuni ormai riconosciuti, come i borghi che compongono i cosiddetti Castelli romani, ma anche piccoli paesi e luoghi quasi sconosciuti, ma estremamente interessanti.

Andiamo a scoprire insieme 5 luoghi da non perdere del Lazio.

I Castelli romani (Nemi e Ariccia)

Sono una bellezza chiara a tutti da sempre: le canzoni popolari narrano la bellezza e la storia di questi luoghi e la letteratura racconta della tradizione artigianale e gastronomica collegata alla storia di questi piccoli borghi. Oggi continuano ad accogliere turisti da ogni parte d’Italia e d’Europa.

Partiamo da Nemi: un piccolo gioiello reso ancora più speciale dal lago che fin dall’antichità ha ispirato poeti e artisti. Un borgo che ha saputo valorizzare non solo la sua storia millenaria, ma ha conservato gelosamente le prelibatezze gastronomiche legate al microclima del posto. Ne sono esempio le splendide e profumate fragole che sono oggi alla base di prodotti che stuzzicano la curiosità di italiani e stranieri. Ma a Nemi non si va una sola volta: i romani si allontanano volentieri dal caos della Capitale per godere di uno splendido tramonto sul lago dalla “Terrazza degli innamorati” mentre si assapora un dolce con delicata crema e profumate fragoline.

Nel cuore del Parco regionale dei Castelli romani troviamo poi Ariccia, un piccolo paese circondato da castagneti in cui si può godere di un armonico equilibrio tra natura, arte e storia. Di straordinario interesse è inoltre il Ponte Monumentale, caratterizzato dalla sovrapposizione di 3 ordini di archi, che collega la città con il borgo limitrofo di Albano Laziale e Genzano di Roma.Di pari interesse è certamente la porchetta di Ariccia: una lunga tradizione infatti collega il nome di Ariccia alla porchetta fin dal periodo preromano. Erano infatti di questa località i sacerdoti che preparavano le carni di maiale offerte in sacrificio a Giove.

Tivoli

A pochi chilometri da Roma possiamo trovare un altro gioiello di architettura e splendore paesaggistico, Tivoli, una cittadina più antica della stessa Roma. Questo luogo era immensamente amato dalla nobiltà romana per la presenza delle sue acque termali: ne sono testimonianza le strutture imperiali che anche oggi possiamo ammirare, come la villa Adriana, voluta dall’imperatore Adriano e impreziosita con elementi architettonici romani, greci ed egizi. 

Di epoca più tarda, realizzata durante lo sfarzoso Rinascimento italiano, la villa d’Este attira numerosissimi turisti da tutto il mondo. Realizzata dal figlio di Lucrezia Borgia, Ippolito d’Este, la villa è particolarmente interessante per la presenza di uno tra i più bei giardini d’Europa.

Castel San Pietro Romano

Castel San Pietro Romano è uno dei paesi più piccoli del Lazio ma rappresenta uno dei Borghi più belli del nostro paese, tanto da essere stato premiato “Borgo più bello del Mediterraneo” nel 2019.

All’interno del suo centro storico, il borgo custodisce varie chiese che meritano di essere visitate, come la Chiesa di Santa Maria della Costa, dove è presente l’eremo della Beata Margherita Colonna e la Chiesa di San Pietro Apostolo, che si affaccia direttamente sulla piazza principale. Oltre agli edifici religiosi, è possibile visitare il Palazzo Mocci e le Mura ciclopiche che circondano il paese che, dai suoi 763 metri sul livello del mare, si affaccia direttamente sulla Valle della Cannuccetta, un parco naturale protetto, meta degli amanti di escursioni e trekking. 

Tuttavia l’edificio simbolo di Castel San Pietro Romano è senz’altro la Rocca dei Colonna, la fortezza medievale della città, che nel periodo invernale ospita un presepe artistico a grandezza naturale.

Palestrina

Vicino al piccolo borgo di Castel San Pietro Romano possiamo visitare Palestrina, un altro borgo ricco di storia, arte ed architettura, che sorge sull’antica città di Praeneste.

Palestrina si trova a circa 43 km da Roma, nella zona dei Monti Prenestini, e il suo collegamento più forte con la romanità è senz’altro testimoniato dai monumentali resti del Santuario della Fortuna Primigenia, un complesso sacro dedicato alla dea Fortuna. I suoi resti dominano tutto il centro storico del paese, reso ancora più grandioso dalla presenza di un magnifico palazzo, il Palazzo Colonna Barberini. Oggi Il Palazzo è la sede del comune di Palestrina e, in particolare, del Museo Archeologico Prenestino dove è possibile ammirare lo spettacolare mosaico del Nilo, uno dei più grandi e meravigliosi esempi di arte ellenistica in Italia.

Un altro luogo d’interesse presente nel paese è la Cattedrale di Sant’Agapito, il patrono di Palestrina, che fu costruita sui resti di un tempio pagano dedicato al dio Giove.

Genazzano

Probabilmente sconosciuto a molti, il borgo medievale di Genazzano è un altro piccolo gioiello che merita di essere visitato. Il borgo è dominato dal maestoso Castello Colonna, che ha l’aspetto di una vera e propria fortezza in grado di controllare, un tempo, tutta la vallata che circonda il paese. 

Genazzano, pur essendo molto piccola, custodisce al suo interno luoghi pieni di storia e di tradizioni, tra cui il celebre Santuario della Madonna del Buon Consiglio. Il Santuario ha una storia incredibile: nel 1400 infatti diventa un’importante meta di pellegrinaggi poiché si narrava che, durante il periodo dell’assedio degli Ottomani, un’immagine che raffigurava la Madonna col Bambino si staccò inspiegabilmente da una parete della Cattedrale di S. Stefano a Scutari, una città dell’Albania, attraversò l’Adriatico sorretto da due angeli e si posò nell’attuale Santuario di Genazzano. 

Un altro punto d’interesse, anche se nascosto da una folta vegetazione a pochi passi dal paese, è il Ninfeo di Bramante, un’opera architettonica che oggi appare inspiegabilmente incompiuta e inizialmente commissionata dai Principi Colonna.

Da non perdere è la meravigliosa Infiorata, una processione in abiti storici che sfila su un lungo tappeto di fiori disteso sulle strade del centro storico. Proprio per questa storica tradizione Genazzano è diventata un paese da record quando nel 2012 l’infiorata di Genazzano ha stabilito il Guinness dei Primati per il tappeto floreale più grande del mondo, con una superficie di 1642 metri quadrati e lungo circa 1270 metri.

Se decidi di fare una gita in uno di questi fantastici luoghi, puoi completare la tua esperienza con un pranzo a I Segreti della Nonna: troverai prodotti tipici locali che si sposano alla perfezione con la pasta fresca preparata nel nostro laboratorio.

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commenti


bottom of page